ASIQUAS | Chi siamo
Asiquas - Associazione Italiana per la Qualità della Assistenza Sanitaria e Sociale è una Associazione che intende sviluppare attività di studi, ricerca a carattere scientifico sui temi della qualità delle cure alla persona
Asiquas, qualità assistenza sanitaria, sanità
18859
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-18859,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

ASIQuAS – Associazione Italiana per la Qualità della Assistenza Sanitaria e Sociale”- è una Associazione che intende sviluppare attività di studi, ricerca a carattere scientifico sui temi della qualità delle cure alla persona e alle comunità in stretto rapporto con circuiti di ricerca internazionale.

L’Associazione si ispira ai principi enunciati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal Consiglio D’Europa e dalla Repubblica Italiana in tema di progettazione, organizzazione, valutazione e miglioramento dei servizi sanitari per l’uomo e per la comunità.

L’Associazione è in continuità con le attività scientifiche di SIQuAS-VRQ, Società Italiana per la Qualità nell’Assistenza Sanitaria – VRQ, e SIQuAS – Società Italiana per la Qualità nell’Assistenza Sanitaria, effettuate negli anni 1984-1999 e 1999-2016.

Possono far parte dell’Associazione operatori sanitari e sociali, nonché persone cultrici delle materie oggetto delle finalità della Associazione sia cittadini italiani che stranieri residenti e non residenti nel territorio dello Stato, le persone giuridiche, gli enti e le associazioni che diano pieno affidamento per l’attuazione dei programmi statutari e che condividano le ispirazioni di fondo che animano l’Associazione.

L’Associazione per perseguire le sue finalità si propone di:

 

  • Sollecitare gli organi legislativi ed amministrativi dello Stato, gli Enti Locali e le forze politiche, professionali e sociali, la Comunità Europea e gli Organismi internazionali sui temi connessi alle finalità proprie della Associazione;
  • Collaborare con i predetti organismi per il conseguimento dei risultati previsti;
  • Promuovere e sostenere, a livello locale, nazionale e comunitario, azioni e manifestazioni dirette a sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore della qualità;
  • Partecipare ad iniziative e manifestazioni scientifiche, politiche e culturali di rilevanza nazionale ed internazionale;
  • Promuovere e sostenere progetti di ricerca, studi, convegni, seminari, forum, ed ogni altra attività di interesse culturale, sociale, educativo e formativo sui temi della Associazione;
  • Promuovere la pubblicazione di libri, opere, notiziari, comunicazioni multimediali et similia;
  • Gestire autonomamente, o in regime di convenzione con Enti pubblici, o in partnership con organismi del privato sociale, servizi di consulenza e strutture/centri di ricerca e Laboratori connessi;
  • Promuovere, elaborare e gestire in collaborazione con soggetti terzi, pubblici e privati, progetti finalizzati al miglioramento della qualità delle cure e dell’inclusione sociale, a valere su programmi di finanziamento pubblici europei, nazionali e regionali, nonché su finanziamenti privati incondizionati;
  • Promuovere e sostenere, a livello locale, nazionale e comunitario, interventi di formazione per gli operatori sanitari e sociali e per le famiglie dei pazienti e le loro associazioni;
  • Promuovere e sostenere contatti e azioni di cooperazione con altre Associazioni vigenti nei Paesi dell’Unione Europea e a livello internazionale, che abbiano scopi sociali similari alle finalità dell’Associazione;
  • Promuovere, progettare e gestire siti, portali e altri supporti web e internet utili a supportare le attività della Associazione, divulgarne i risultati tra gli operatori sanitari e sociali e per i cittadini. Il sito e il portale della Associazione dovranno essere strutturati con pagine di interesse generale (Statuto, Modalità di associazione, ecc) e con  pagine con suddivisioni in Sezioni Regionali indicanti gli organi statutari ed i rappresentanti. 

Il numero dei soci è illimitato.

I soci dell’Associazione si distinguono in:

 

  • soci ordinari, ovvero, le persone fisiche cultrici delle materie oggetto delle finalità della Associazione;
  • soci istituzionali, ovvero, le persone giuridiche che si riconoscono nelle finalità dell’Associazione e operano nell’ambito delle filiere dell’assistenza sanitaria e sociale o in enti e istituzioni di formazione, studi e ricerche connessi;
  • soci onorari, ovvero, le persone fisiche invitate a far parte dell’Associazione per particolari meriti professionali o scientifici e che sono esonerati dal versamento della quota associativa;
  • soci sostenitori, ovvero, le persone fisiche, enti, istituzioni, società, associazioni tecniche e scientifiche che, in sintonia con le finalità di cui all’articolo 3, abbiano sostenuto le attività dell’Associazione corrispondendo la relativa quota associativa e/o proprie attività e/o donazioni.

L’adesione all’Associazione è volontaria ed avviene, previa presentazione di domanda scritta al Comitato Direttivo, indicando le generalità e la residenza e/o domicilio, oltre all’espressa volontà di far parte dell’Associazione, prevista per la categoria associativa richiesta, di accettare il presente statuto e gli eventuali Regolamenti di attuazione approvati dall’assemblea dei soci, nonché di accettare le delibere degli organi sociali assunte in conformità alla disposizioni statutarie.
All’atto di ammissione il socio dovrà versare la quota associativa.
Il versamento della quota dovrà essere effettuato entro l’anno solare.
Le persone giuridiche e le associazioni devono allegare alla domanda di adesione anche il loro statuto onde poter verificare la non incompatibilità delle loro finalità sociali con quelle dell’Associazione.

L’ammissione di nuovi soci è deliberata insindacabilmente dal Comitato Direttivo a seguito delle richieste scritte degli interessati.
Le persone giuridiche ammesse a soci fanno parte dell’Associazione tramite il loro legale rappresentante o un delegato che non risulti socio dell’Associazione a titolo individuale.

Sono Organi dell’Associazione:

 

  • L’Assemblea Generale dei soci;
  • Il Comitato Direttivo;
  • Il Presidente;
  • I Vice Presidenti;
  • Il Segretario;
  • Il Tesoriere;
  • Il Collegio dei Probiviri;
  • il Collegio dei Revisori dei Conti;
  • Il Comitato Scientifico;
  • Il Direttore Scientifico;
  • Le Sezioni Soci Regionali.

Le cariche elettive sono gratuite, ad eccezione di rimborso spese per attività inerenti all’Associazione.
E’ comunque fatta salva la possibilità per l’Associazione di avvalersi della collaborazione di personale dipendente.
Il Collegio dei Sindaci, essendo organo esterno ed indipendente, se attivato, avrà retribuzione secondo le tariffe vigenti.

team_image
Presidente

Silvia Scelsi

team_image
Vice-Presidente

Amoddeo Caterina Elisabetta

team_image
Segretario

Giorgio Banchieri

Membri del Consiglio Direttivo

Margherita, Mara Cazzetta  

Sociologa, Membro del Consiglio Direttivo Asiquas dal 2016. Coordinatrice della Rivista QA. Attualmente lavora presso ASL Roma 2. Si è occupata di Qualità e Formazione presso ASL Roma C. Membro della Commissione Accreditamento SIFC – Società Italiana Fibrosi Cistica per la revisione del Manuale di accreditamento tra pari delle strutture. Membro del comitato di redazione della Rivista Medica Italiana online www.larivistamedicaitaliana.it. Docente Master MIAS, MEU e MArSS del Dipartimento Scienze Sociali ed Economiche, Università Sapienza.

 

De Belvis  Antonio 

Ricercatore medico e Professore incaricato in Igiene all’Università Cattolica del Sacro Cuore dal 2002. Dal 2009 al 2012, Coordinatore e Segretario Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane e curatore del Rapporto “Osservasalute”, dal 2011 è referente per l’Italia dello European Observatory on Health Care Systems and Policies e co-autore del report “HIT-Italy 2014.  Dal 2012 è Direttore della UOC “Percorsi e valutazione degli outcome clinici” della Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli”.

Di Stanislao Francesco

Già Presidente della Società Scientifica ASIQUAS dal 2016 al 2021.Professore ordinario in Igiene generale e applicata presso l’Università Politecnica delle Marche. Dal 2003-2004 al 2013-2014 è stato direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva; Presidente del Corso di Laurea in “Educazione Professionale” dal 2005-2006. Coordinatore del Dottorato in “Epidemiologia e Sociologia delle Disuguaglianze della Salute” negli anni 2008-9; 2009-10,2010-11. Presidente della Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Educazione Professionale in seno alla Conferenza permanente delle classi di laurea delle professioni sanitarie (dal settembre 2014). Direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche e Sanità Pubblica (dal 1 novembre 2015). Ha ricoperto per diversi anni (fino al 2005) la carica di Direttore Generale presso l’Agenzia Sanitaria della Regione Marche e successivamente (fino al 2008) ha diretto l’Agenzia Sanitaria della Regione Abruzzo in qualità di Direttore Generale. Consulente dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS – Roma) sui temi della Qualità dell’assistenza, sistemi di accreditamento generali e specifici; Sistemi di indicatori per la valutazione e monitoraggio della qualità del SSN; Sistemi di valutazione dell’umanizzazione umanizzazione strutture sanitarie; Sistemi di valutazione del benessere organizzativo; Percorsi Assistenziali; Criteri di valutazione delle reti cliniche generali e specifiche (es. reti oncologiche). Aurore di oltre 310 pubblicazioni scientifiche.

Greghini Stefania

Responsabile di Funzione Organizzativa Risk Management presso ASL Roma 1. Componente Tavolo Permanente Regionale Risk Manager Regione Lazio in qualità di referente delle Professioni Sanitarie.
Già Componente della Commissione di verifica per le strutture sanitarie e sociosanitarie private accreditate concernente il procedimento di accreditamento definitivo delle strutture sanitarie e sociosanitarie private, con funzione di facilitatore per la Qualità nella ex ASL Roma A (2011).E’ Professore a contratto e docente in ambito universitario.
Ha conseguito la Certificazione Cepas come Valutatore Auditor di S.G.Q. nel Settore Sanitario ISO 9001:2008 e 19011:2003 presso Laziosanità- Agenzia di Sanità Pubblica- Regione Lazio – Iscritta al Registro dei Facilitatori per la Qualità dal 2010.
Ha conseguito certificazione per Auditor/Responsabile Gruppo Audit di Sistema di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2015- AICQ-SICEV

Maffei Claudio Maria

Medico in pensione. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva ha lavorato per dieci anni come ricercatore presso la Università di Ancona, per poi svolgere ruoli di Direzione Sanitaria prima a livello di Unità Sanitaria Locale, poi di Azienda Sanitaria Locale, Azienda Ospedaliera, Regione e IRCCCS. Tutti questi ruoli hanno riguardato Enti e Servizi della Regione Marche. Si occupa di qualità in sanità dai primi anni ’80. Svolge una intensa attività pubblicistica sui temi della sanità pubblica collaborando soprattutto a “Quotidiano Sanità”. 

Pesaresi Franco

Direttore dell’Azienda pubblica servizi alla persona «Ambito 9» di Jesi (An) che gestisce i servizi sociali e sociosanitari per i 21 comuni dell’Ambito sociale. È stato direttore di Zona dell’Asur Marche e direttore dell’Area Servizi alla persona del comune di Ancona. È co-fondatore e componente di NNA Network Non Autosufficienza che cura annualmente il “Rapporto sulla non autosufficienza in Italia”. Recentemente ha pubblicato “Il manuale del caregiver familiare” (Maggioli, 2021), “Il Manuale del centro diurno” (Maggioli, 2018), “Quanto costa l’Rsa” (Maggioli, 2016), “Il nuovo Isee e i servizi sociali” (Maggioli, 2015) ed ha collaborato al volume “Il reddito d’inclusione sociale (Reis)” (Il Mulino, 2016). Blog:  https://francopesaresi.blogspot.com/

Priore Susanna
Biologa, Master in Management Socio-Sanitario MIAS, Presidente “ECM Quality Network” Associazione Italiana Provider ECM e Società medico Scientifiche, CEO e Coordinatore  Comitato Scientifico Formedica srl- Provider Albo Nazionale id 157, Docente Management Socio-Sanitario Master MIAS Università Sapienza-Roma, Docente Management Socio Sanitario Master MASIS  Università del Salento, Esperto in progettazione formazione ECM, Tutor di progetto ECM  per implementazione PDTA e Reti per Patologia; Coordinatrice progetto di ricerca  “Rete di professionisti Tumore al rene Regione Campania: Il PDTA regionale esperienze a confronto“; Elaborazione di modelli di formazione a distanza per programmi di Risk Management, Clinical Governance, Medicina Legale; Coordinatrice progetto: “L’integrazione ed i nuovi modelli organizzativi”.  Università del Salento  – CNOAS Assistenti Sociali; Coordinatrice progetto certificazione Competenze “Progettista di formazione ECM” Docenze: “Il ruolo centrale della formazione ECM nella gestione del futuro in  Sanità”-Exposalus  workshop Agenas, Fism, Cogeaps  Roma;  “ECM 2018: cosa cambia? Impatto del nuovo Accordo Stato – Regioni” Roma; “I paradigmi della nuova formazione in Sanità” Riva del Garda; “Certificazione Qualità ed Accreditamento ECM: un binomio oramai imprescindibile per un Provider” Roma;  “PCO e Provider ECM: presente e futuro”Roma; “ECM & Qualità: un binomio da perseguire!” Roma; La formazione ECM come Strumento di Governance in Sanità- Università Sapienza-Roma;

 

Sodo Susanna
Laureata in Scienze Infermieristiche e Ostetriche l’Università degli Studi “La Sapienza”, Master di II° livello in Management e Innovazione delle Aziende Sanitarie (MIAS). Ha conseguito la certificazione avanzata Project Management- ISIPM nel 2019 e la relativa Certificazione CEPAS. E’ Professore a contratto e docente in ambito universitario, partecipa a convegni nazionali e internazionali e pubblica su riviste scientifiche. DAI da 18 anni, ha operato dal 1999 al 2016 in staff alla Direzione strategica presso l’Ufficio Qualità e Accreditamento Azienda Policlinico Umberto I Roma con funzioni di integrazione tra qualità dell’assistenza ed organizzazione, gestione, motivazione e formazione del personale. Attualmente c/o DAPS Azienda Policlinico Umberto I di Roma. ha un importante background in area critica maturato  in UTIPO della CCH del Policlinico Umberto I°.E’ facilitatore e auditor/responsabile gruppi di audit sul sistema gestione della qualità in ambito sanitario. Esperta in Rischio Clinico e   implementazione di nuovi modelli organizzativi.  Ha ricoperto e ricopre il ruolo di RUP e DEC di diverse tipologie di appalti oltre che componente di diverse  commissioni di gara sia aziendali che regionali (Lazio e Umbria). E’ Tesoriere del Comitato Direttivo Nazionale ASIQUAS. Il suo interesse primario è la promozione della cultura della qualità, dell’innovazione e dello sviluppo organizzativo.